Responsive Ad Area

UE

L'importanza di un esercito comune per una maggiore integrazione europea

Nonostante la gran parte delle operazioni militari dei paesi europei vengano oggi condotte nell’ambito di coalizioni multinazionali (europee o NATO), le Forze Armate rappresentano un elemento chiave della sovranità nazionale. Lo strumento militare è quindi pensato e strutturato in funzione degli obiettivi strategici che ogni Paese si pone e sebbene l’Alleanza Atlantica e l’UE forniscano un quadro di interessi condivisi, può accadere che questi obiettivi non convergano e che, quindi, un Paese debba prendere l’iniziativa di intervenire guidando una coalizione ad hoc (come ad esempio l’Italia con l’operazione Alba del 1997 in Albania). In un contesto non federale non è nell’interesse strategico di nessun Paese rinunciare ad una sua autonomia operativa. È invece più realistico pensare ad una m...

Il futuro della UE: cosa auspica Energie PER l'Italia?

Il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, ha pubblicato il 1 Marzo un documento sul futuro dell’Unione Europea, individuando cinque possibili scenari sui quali ha invitato gli Stati Membri a riflettere e pronunciarsi. In Italia, al di là delle urla, non sembra discuterne seriamente nessuno. E allora lo facciamo noi: quanto segue è la posizione del circolo di Bruxelles del nostro movimento, che invita aderenti e simpatizzanti di Energie PER l’Italia, e in generale i cittadini, a esprimere la loro opinione. Secondo noi, innanzitutto, ha fatto bene la Commissione Europea a sollecitare gli Stati Membri affinché decidano, entro il 2017, sul futuro dell’Europa. Grandi sconvolgimenti stanno mettendo alla prova – ed a volta in discussione – il prog...

Perché non dico #ForzaEuropa

Oskar Schindler è passato alla storia per aver salvato migliaia di ebrei dal genocidio nazista. Chi ha visto il capolavoro di Spielberg che lo ha reso celebre, però, sa anche che la sua non è la storia dell’eroe canonico, ortodosso, senza macchie e senza ombre. Anzi: prima di salvare quelle vite, Schindler iniziò la sua attività imprenditoriale approfittando del divieto di commercio imposto agli ebrei, proseguendo nella sua attività con l’esplicito obiettivo di arricchirsi alle loro spalle. E per farlo strinse rapporti coi vertici delle SS, corruppe ufficiali e burocrati, vendette merci di contrabbando. Soprattutto, rimase membro del partito nazista fino alla fine della guerra. Fu più eroico Schindler o chi si oppose esplicitamente al nazismo, salvando la dignità, ma unendosi al tris...

Password dimenticata

Registrati