Responsive Ad Area

#roma

Il centrodestra deve rinnovarsi, e in Sicilia abbiamo capito come

In Sicilia Energie per l’Italia ha fatto un ottimo lavoro. Lo ha testimoniato Nello Musumeci nel suo primo discorso ringraziando Stefano Parisi per essere stato al suo fianco fin dal primo momento nell’avventura di “Sarà Bellissima PER la Sicilia” e sino al momento della vittoria. Senza dare nulla per scontato, mettendoci la faccia. Il Comitato di PER Roma Capitale vuole ringraziare Stefano Parisi per il coraggio che ha dimostrato e per l’ottimo lavoro cha ha svolto giorno dopo giorno. Il messaggio trasmesso in Sicilia è stato vincente. Bisogna rigenerare la politica rimanendo ancorati ai valori del centrodestra che vedono nella laicità dello Stato, nelle radici giudaico-cristiane dell’Europa e nella libertà delle donne dei principi imprescindibili. Stefano Parisi è riuscito a coinvolgere ...

Roma, si riunisce Coordinamento Nazionale Energie PER l'Italia

Un’agenda fitta quella della riunione del coordinamento nazionale di Energie PER l’Italia che si è tenuta a Roma il 31 ottobre, presenti il leader Stefano Parisi, i parlamentari e i responsabili a livello regionale di EPI. Nel corso della riunione si è discusso della organizzazione della campagna elettorale, in particolare della pre-raccolta firme utile a presentare la nostra lista alle politiche del 2018 (#FirmaPER portare i nostri candidati in parlamento). Sono anche stati definiti ufficialmente i due, decisivi eventi di Napoli (24 e 25 novembre presso la Reggia di Portici) e di Milano (2 e 3 dicembre presso il teatro Franco Parenti), quando presenteremo il nostro programma di governo #PERl’Italia. Dagli interventi in riunione è emerso il grande lavoro organizzativo che Energie PER l’Ita...

Energie PER Roma, com'è andata la convention con Stefano Parisi

“Stiamo costruendo un nuovo movimento che si colloca nel centrodestra con valori precisi: il richiamo alle nostre radici giudaico cristiane, l’attenzione alla famiglia, alla laicità dello Stato e alla libertà della donna,” lo ha detto Stefano Parisi intervenendo il 18 ottobre a Roma in una sala stracolma, al primo incontro dei Circoli di Energie PER Roma e PER il Lazio. “Abbiamo in mente un nuovo modello di fisco che rimetta in moto l’ascensore sociale e che promuova la creazione di nuova ricchezza non penalizzando chi acquista una seconda casa. Allo stesso tempo stiamo costruendo un programma elettorale scritto da oltre 2000 esperti che dia risposte concrete e puntuali alle emergenze del nostro tempo: la sfida dell’immigrazione, le opportunità della digitalizzazione e il...

Da Roma all'Italia: i rischi di un governo a 5 Stelle

Il Comune di Roma, presentando il bilancio consolidato, ha fatto emergere volente o nolente una gestione amministrativa e manageriale della “Capitale” completamente fuori controllo. In altre parole si può dire che la mano destra non sa quello fa la mano sinistra. Segno di tutto ciò è il disallineamento contabile delle partite di bilancio tra il Comune e le numerose partecipate. L’Oref, il collegio di revisione del bilancio dei conti della Capitale, non poteva che bocciare il bilancio approvato venerdì dal Consiglio comunale. Nel documento, infatti, non emergono le posizioni di debito delle partecipate verso il Comune e, viceversa, non sono chiare le posizioni di credito delle partecipate verso Roma. Semplificando al massimo: non possiamo dire se il bilancio sia in rosso o meno. Questo fa e...

Roma e l'Italia: analogia di un decadimento

È impressionante la similarità tra i problemi di Roma e quelli dell’Italia. Roma infatti è affetta da un debito enorme. Gli ultimi dati parlano di circa 9,5 mld di saldo passivo: la gestione commissariale iniziata 2008 costa al comune di Roma e dunque ai cittadini, l’addizionale Irpef più alta d’Italia pari allo 0,9%. In accordo con il Mef (Ministero Economico Finanza) il comune compartecipa ai 500 mln di oneri annui di debito ,intervenendo per circa 200 MLN l’anno con un addizionale Irpef aumentata dello 0,4%. Le proprie partecipate, in particolare ATAC e AMA, sono l’emblema dell’inefficienza e dell’inefficacia di una gestione senza alcuna strategia di medio lungo periodo, in cui massimizzare il rapporto qualità servizio adeguato/costo a carico dell’utenza dovrebbe esser...

I gruppi di Energie al lavoro!

Fervido lavoro nei circoli! I Responsabili dei Circoli di Energie PER l’Italia di Roma e Lazio da circa 4 mesi si riuniscono settimanalmente. Negli incontri si esamina la settimana politica nazionale e locale, si verifica l’attività dei Gruppi di Lavoro che si occupano dei programmi locali, si programma l’attività di Energie sul territorio, si organizza (in via provvisoria) la struttura funzionale di Energie di Roma e Lazio. La riunione di martedì 13 giugno 2017 è stata dedicata all’esame degli elaborati prodotti dai Gruppi di Lavoro che stanno redigendo i programmi locali (Comune di Roma e Regione Lazio) di Energie PER L’Italia sui seguenti argomenti: – Rigenerazione Urbana – Sicurezza e Decoro – Valorizzazione Agro Romano – Ambiente e...

Rifiuti: siamo in piena emergenza ma le istituzioni locali litigano

di Donato Robilotta Come era prevedibile a Roma è scoppiata l’emergenza rifiuti ma Regione e Campidoglio, invece che assumersi le proprie responsabilità, litigano e giocano a “scarica barile” invece che assumersi le proprie responsabilità. Come ha di recente denunciato la Bbc, da cui l’indignazione del nostro Emanuele Schibotto di qualche giorno fa, tre treni a settimana, dopo un viaggio di oltre 1.000 chilometri, portano circa 2.500 tonnellate di rifiuti in un impianto viennese che genera poi energia elettrica utilizzata per alimentare 170.000 case. È veramente paradossale che i rifiuti di Roma vengano portati in Austria per essere smaltiti da un inceneritore alle porte di Vienna con Regione e Campidoglio che continuano a dire no al termovalorizzatore a Roma. Come si vedrà dai...

Siamo l'Italia o un Paese del terzo mondo?

Un recente articolo della BBC pone, già dal titolo, una domanda che a mia volta pongo a me stesso, ma che vorrei rivolgere al Sindaco di Roma: perché il Comune di Roma invia treni pieni zeppi di spazzatura in Austria? L’articolo inizia così: “Roma sta combattendo a fatica con la gestione di una crisi dei rifiuti mentre l’Austria vanta ampia capacità in un impianto di termovalorizzazione vicino Vienna. Un accordo è stato quindi siglato. Gli italiani pagheranno la società austriaca EVN per lo smaltimento di 70.000 tonnellate di rifiuti prodotti quest’anno dalle famiglie romane”. Non mi interessano le spiegazioni di circostanza di un problema che è di natura strutturale, coinvolge senz’altro più amministrazioni cittadine, e racconta una storia di fallimento dello Stato...

Convention di Roma – Il discorso di Stefano Parisi

  Ripubblichiamo il video e il testo dello straordinario intervento di Stefano Parisi a Roma il primo aprile, in occasione della convention nazionale di Energie PER l’Italia. Tutto da leggere! #energieperlitalia

La questione romana, una soluzione belga

di Francesco Spera ([email protected])   Roma è insieme troppo grande e troppo piccola: è troppo grande per il governo di prossimità dei servizi ai cittadini e della vita di quartiere, ed è troppo piccola per il governo dei processi demografici, economici, infrastrutturali, ambientali e urbanistici ormai dilaganti su scala regionale. L’attuazione dell’art. 114, terzo comma, della Costituzione, è stata un’iperbole complicata e disastrosa, partita dalla legge-delega sul federalismo fiscale (42/2009), dai tre decreti attuativi (156/2010, 61/2012, 51/2013), per finire con la legge “Delrio” (56/2014). Cosa si auspicava? L’obiettivi della legge sul “federalismo fiscale”, articolo 24, era quello di creare una nuova Città metropolitana di Roma Capitale ed una sola fonte del diritto d...

Qualcuno ci prova: Voto Elettronico

La giunta romana del Movimento 5 Stelle capitanata da Virginia Raggi sembra aver imbastito una serie di tavoli e proposte per raggiungere una delle mete apparentemente più lontane, non solo per l’italia ma per l’intero vecchio continente: l’utilizzo del Voto Elettronico. Nello specifico è stata presentata una “Proposta di Delibera”, ovvero un’informativa con la quale il dirigente dichiara di aver iniziato una serie di verifiche, rispetto al quadro normativo di riferimento, per arrivare a presentare una vera e propria delibera che dovrà essere sottoposta al giudizio di giunta e consiglio. Siamo in fase completamente embrionale, ma è sicuramente un segnale di apertura alle nuove tecnologie da parte delle amministrazioni pubbliche che è fondamentale per spi...

Dieci proposte per lo sviluppo

Lo sviluppo è la nostra priorità e la nostra ossessione. Senza sviluppo, tutto è più difficile: aiutare i più deboli, abbattere posizioni di rendita, battere i pugni per cause meritevoli sui tavoli di Bruxelles, proteggere l’ambiente, investire in sicurezza e in infrastrutture, gestire l’integrazione degli immigrati. Queste sono, in sintesi, dieci proposte che i gruppi di lavoro di Energie PER l’Italia hanno elaborato, negli scorsi mesi, per riattivare lo sviluppo del nostro Paese. 1) Riduzione della spesa pubblica di almeno 5 punti percentuali rispetto al Pil, da attuare attraverso la completa digitalizzazione orizzontale della PA, tagli dei sussidi alle imprese​, dei consumi intermedi​ e della spesa per personale​ della PA​, esclusione delle persone ad alto reddito dall...

  • 1
  • 2

Password dimenticata

Registrati