Responsive Ad Area

rigenerazione

"La Rivoluzione Liberale"

Il 19 giugno 1901 nasceva a Torino Piero Gobetti, ideatore del termine “rivoluzione liberale”. Tante furono le analogie della fase politica che visse Gobetti con quella che l’Italia attraversa oggi. Nel febbraio 1922, anno in cui uscì il primo numero della rivista “La Rivoluzione Liberale”, il paese attraversava il delicato periodo compreso fra il “biennio rosso” (1919-1920) e la marcia su Roma del 31 ottobre 1922. Gobetti proponeva una soluzione liberale alla debolezza della politica ed alla fragilità dei governi che i cittadini avvertivano distanti ed inadatti. Quei governi che non erano stati in grado di trovare alcuna soluzione alle lotte operaie e contadine, all’occupazione delle fabbriche del settembre 1920, alle tendenze anarchiche ed ...

Vivere in retromarcia? No grazie, trasformiamo la ns potenza in energia nuova…

Non possiamo nascondere che la società italiana sia attraversata da diverse profonde paure e percezioni. La povertà è aumentata (causa anche la perdita del lavoro e la non generazione di nuove opportunità) ed i giovani  (ma non solo) sono costretti ad una retromarcia verso la propria famiglia. Questo genera profonda instabilità. Il rischio di cui non si parla è l’affermarsi di una cultura dell’utopia capovolta. Questa situazione sta portando alcuni settori della società a resistere e vivere in retromarcia (non più stallo bensì ripiegamento), come dicono sia Bauman, sia  Gian Maria Fara (presidente Eurispes): “ci si volge fatalmente all’indietro, in mancanza di un progetto di unità su cui coagulare sforzi… perdendo la speranza e il vigore, generando un costo sociale molto alto”. Ci troviamo...

Password dimenticata

Registrati