Responsive Ad Area

PA

Cultura, Università, Pubblica Amministrazione

Per il rilancio del patrimonio culturale in Italia Concedere la gestione complessiva della massima parte dei siti culturali italiani a soggetti privati, lucrativi e onlus. In tal modo si può dare attuazione all’art. 57-bis del Codice dei beni culturali e del paesaggio che prevede la possibilità di concedere l’uso dei beni culturali a terzi mediante concessione, pur mantenendo la proprietà degli stessi beni in capo allo Stato o agli altri enti pubblici territoriali (Regioni, province e comuni). Lo Stato e gli enti pubblici territoriali non hanno né risorse finanziarie né capacità gestionali tali da riuscire a garantire ottimali livelli di qualità di tutti gli istituti e luoghi della cultura. Lo stato di abbandono di molti luoghi pubblici e lo scarso rendimento economico ne sono la testimoni...

Proposta: ANPR DIGITALE

L’ANPR Digitale si basa su un database centralizzato. Ogni comune può accedere ai dati dei propri residenti direttamente connettendosi con il database centrale (DATABASE ITALIA). Il Database Italia contiene una tabella, principalmente (potrebbero essere inseriti ulteriori dati) costituita da cinque campi: codice fiscale (chiave primaria), nome, cognome, comune di residenza e via di residenza. Tale database avrà tante righe quanti sono i residenti in Italia. Il progetto ANPR permetterà l’allineamento delle basi dati locali, consentirà lo scambio di dati tra diversi comuni per la semplificazione dei processi amministrativi. Inoltre permetterà di rendere disponibili i servizi anagrafici centralizzati per i pubblici servizi. Il tutto consentirà un miglioramento della qualità dei servizi che ve...

Proposta: SSN DIGITALE

L’assistito può solo accedere online ai suoi esami, grazie all’ausilio di una interfaccia utente web, mediante un meccanismo di autenticazione. L’accesso è consentito in sola lettura. Qualsiasi medico, di qualsiasi struttura ospedaliera e clinica, o medico generico, può accedere al database di ogni singolo assistito in lettura o per l’inserimento di un nuovo esame. Quindi, i soggetti del SSN e dei servizi socio-sanitari regionali che prendono in cura l’assistito, inseriscono i dati di un nuovo esame nel database dell’assistito specifico, e il relativo documento associato nella relativa cartella. Inoltre a loro è consentito accedere liberamente a tale database o cartella. Da specificare che la tabella database dell’assistito sarà obbligatoriamente ordinata cronologicamente in base all...

La Ricerca del Lavoro nell'Era Digitale

Il sito cliclavoro.gov.it è un portale sviluppato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che permette alle aziende, ai cittadini ed agli operatori, sia privati che pubblici, di avere le necessarie informazioni riguardo la sfera lavorativa. Il sito mette a disposizione una sezione news e diverse aree di informative di approfondimento. Quotidianamente nella sezione news sono aggiornate tutte le informazioni sui bandi e concorsi, sulle opportunità di lavoro, sugli aspetti normativi e sugli incentivi e finanziamenti per le imprese. C’è anche un filtro relativo le news per ottenere una suddivisione territoriale. Inoltre, il portale è provvisto anche di una rassegna stampa settimanale alimentata da numerosi articoli. Inoltre, cliclavoro.gov.it è presente anche sui social grazie ai pr...

E-Gov Danese: un modello da seguire

L’Agenda Digitale Europea pone la Danimarca come la nazione europea più Digitalizzata. La popolazione usa in maniera consistente Internet, e  sfrutta i servizi che lo Stato mette a disposizione riguardo l’e-government, spicca per l’e-commerce con tantissime PMI che procedono alla vendita online. La banda larga (connessioni oltre i 30 Mbps) ha superato il 70% della popolazione danese, e la digitalizzazione delle imprese è in costante aumento. Riguardo l’e-commerce, la Danimarca ha superato il tasso del 25%, di molto superiore rispetto la media UE che si attesta intorno al 13%, ma ancora inferiore rispetto all’obiettivo UE che prevedeva il 33%. I servizi e-government vengono usati con tassi altissimi, superando persino l’80% rispetto alla media europea che supera di poco il 40%. L’uso della ...

Fatturazione Elettronica PA – Di che cosa si tratta?

La fatturazione elettronica è divenuta obbligatoria il 6 giugno 2014. Infatti, da tale data risulta impossibile pagare fatture non pervenute in via elettronica. I Ministeri, gli enti di previdenza e l’assistenza sociale e le Agenzie fiscali hanno l’obbligo esclusivo di usarla. L’Agenzia delle Entrate è addetta alla gestione del Sistema di interscambio, che riceve le fatture e le destina alle Pubbliche Amministrazioni. Gli altri attori coinvolti nella Fatturazione Elettronica PA sono il Dipartimento Affari Generali del MEF, la Ragioneria Generale dello Stato e l’AGID, che provvede alla gestione dell’indice PA (IPA), utile all’emissione e trasmissione delle fatture elettroniche. Inoltre, l’AGID coordina i gruppi di lavoro con Unioncamere, le Associazioni di categoria e professionisti e...

SPID: di che cosa si tratta?

Il Progetto Servizio Pubblico d’Identità Digitale (SPID) ha lo scopo di fornire l’identità digitale ai cittadini e alle imprese per accedere ai servizi digitali della Pubblica amministrazione, e consente, mediante un meccanismo di autenticazione, di abilitare gli utenti finali all’utilizzo dei servizi online. Quindi, lo SPID permette un accesso protetto e sicuro ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati interessati all’adesione per tutte le aziende e per i cittadini. Inoltre, l’utilizzo di strumenti multipiattaforma consente la soddisfazione di un requisito fondamentale: l’usabilità. Infatti, attualmente l’uso dei servizi della Pubblica Amministrazione è molto limitato, lo scopo del progetto SPID è anche di incentivare il cittadino, mediante l’us...

Progetto ABC-DIGITAL – Di che cosa si tratta?

Una delle resistenze più forti che si incontrano nei progetti di digitalizzazione della PA è quella causata dal digital divide generazionale. Esiste, è innegabile, ma molti progetti, spesso sostenuti con partnership private, posso aiutare a superarlo diminuendo sensibilmente la distanza di conoscenze tecnologiche tra una generazione e l’altra. Nel 2015, Stefano Parisi, con Assolombarda ha promosso per la città di Milano il Progetto ABCDigital. Seicento studenti delle scuole superiori si sono trasformati in professori e hanno insegnato l’uso di computer, tablet e smartphone grazie ai corsi per gli over 60. Oggi, saper usare la rete è fondamentale. Il programma ABCDigital provvede a far scoprire internet agli over 60. Il web e le nuove tecnologie sono troppo importanti in una società s...

PA Digitale: idee per il fisco

Oltre a facilitare e connettere la vita degli italiani, l’innovazione digitale dev’essere votata anche al supporto di tutti i settori. L’idea che vado brevemente a descrivere ha l’obiettivo di supportare nello specifico Fisco e Commercianti. La proposta va nella direzione dello “Scontrino Digitale” che l’ultimo governo ha provato a mettere in campo dal 2017, ritengo che la strada sia quella giusta, ma il tentativo maldestro di digitalizzare questa parte del rapporto stato-cittadino è finito in un nulla di fatto o poco più. La sfida tecnologica è creare una rete che consenta all’Agenzia delle Entrate di essere costantemente connessa a tutti i registratori di cassa presenti sul territorio. La digitalizzazione deve diventare parte integrante della nostra cultura, per f...

ISTAT: i dati della digitalizzazione nella PA

L’ultimo rapporto ISTAT sulla digitalizzazione delle Pubbliche Amministrazioni offre un’interessante spunto di riflessione per comprendere uno dei principali fattori frenanti nello sviluppo di servizi più vicini al cittadino e alle esigenze del mondo informatizzato. Cercherò di non annoiarvi ma scriverò di numeri e percentuali quindi perdonatemi se vi concilierò il sonno! Concentriamoci sui Comuni, che tra tutte le PA sono quelle con maggior vicinanza quotidiana al singolo cittadino. Tra i Comuni con più di 60.000 abitanti ne troviamo 85 su 100 dotati di un ufficio ICT che gestisce tutta la strumentazione informatica, contro appena 5 su 100 tra i Comuni fino a 5.000 abitanti! Se scorriamo i numeri sull’utilizzo di “tecnologie più sofisticate” (che comprendono ...

Digitalizzazione della PA: a che punto siamo?

La digitalizzazione è uno dei maggiori volani per la crescita dei paesi occidentali, ma il rapporto tra il nostro Paese e il digitale è ancora… complicato, per usare un eufemismo. In Europa, circa il 75% della popolazione tra i 15 e 75 anni usa Internet, contro il 50% della popolazione italiana. Il 21% della popolazione europea non ha mai usato Internet, contro il 35% degli italiani. Circa il 42% dei cittadini europei usa i servizi e-government, contro il 21% degli italiani. Il progetto “PA senza carta”, che sarebbe dovuto diventare operativo dal 12 agosto, oggi è ancora fermo al palo. Ben due miliardi di fogli di carta e circa 3,2 miliardi di euro ogni anno sarebbero stati risparmiati. Il Decreto della Presidenza del Consiglio del 2014 fissava le direttive di questo ambizioso progetto, ch...

Password dimenticata

Registrati