Responsive Ad Area

nazioni

Difesa comune: la pagliuzza negli occhi europei e la trave in quella degli Stati

di Salvatore Domenico Zannino* “Il business case è chiaro. La mancanza di cooperazione nella difesa costa all’Europa dai venticinque ai cento miliardi di euro l’anno, per ogni area in relazione alla quale si faccia riferimento”. Nello stesso ultimo discorso sullo stato dell’Unione, il prossimo è ormai imminente in settembre, il Presidente della Commissione faceva notare, semmai ve ne fosse bisogno, che in epoca di minacce “ibride”, quelle che possono essere realizzate in modo coordinato da soggetti statali e non statali pur senza oltrepassare la soglia di guerra formalmente dichiarata (terrorismo, attacchi cyber, campagne di disinformazione e propaganda illegale on line) il “soft-power” del gigante economico europeo vale zero. Per la verità, il soft-power di un Europa priva di una politica...

Password dimenticata

Registrati