Responsive Ad Area

gentiloni

La sinistra che abbassa le tasse

“Abbassare le tasse in Italia non è né di sinistra né di destra, ma è semplicemente giusto, perché si è arrivati ad un livello pazzesco”, disse Matteo Renzi, in versione Dr Jekyll, un paio di anni fa. A interpretare la parte di Mr Hyde, nel tragicomico spettacolo della finanza pubblica italiana, ci pensa oggi Paolo Gentiloni con la cosiddetta manovrina di primavera, chiesta dalla Ue per riequilibrare di 3.4 miliardi i nostri conti pubblici. Andiamo subito al sodo: Aumenta l’aliquota IVA ordinaria, dal 22% al 25% nel 2018, per poi passare al 25.4% nel 2019, al 24.9% nel 2020, e tornare al 25% nel 2021. Aumenta l’aliquota IVA agevolata, dal 10% all’11.5%. Aumenta, sia pure nel 2019 e non già dall’anno prossimo, l’aliquota dell’accisa sulla benzina, di un valore tale da generare m...

Per un nuovo assetto del sistema democratico

Con la nuova legge elettorale si sta ridefinendo l’assetto del nostro sistema democratico. La seconda repubblica nata da tangentopoli ha prodotto stagnazione economica, fratture sociali, debolezza dell’Italia in Europa. Ha portato il Debito pubblico a 133% del PIL e la frantumazione del sistema bancario. Ha eroso il valore del nostro patrimonio privato e pubblico e del nostro risparmio. Lo Stato non è più in grado di garantire giustizia e certezza del diritto.  E soprattutto il sistema dei partiti è entrato in una crisi di reputazione drammatica che ha prodotto l’affermazione del voto indignato e senza speranza ai 5 Stelle. Dobbiamo ricostruire lo Stato, le istituzioni e la politica.  Questo passaggio di legislatura accompagnato dalla riforma della legge elettorale non pu...

Le "sirene rosse" rapiscono il capitano Gentiloni e la nave dei voucher affonda

La storia dei voucher lavoro, minimizzata dai media italiani, è una delle più grandi vergogne dell’attuale governo italiano ed un’ulteriore e pericolosa deriva antipolitica, demagogica e populista. Ricapitolando un po’ la vicenda, tanto per sapere di che cosa parliamo, i c.d. “voucher lavoro” o “buoni lavoro”, sono stati introdotti, per la prima volta in Italia, nel 2003, dal Governo Berlusconi che, in attuazione della delega contenuta nella Legge Biagi (Legge 14 febbraio 2003, n.30), con il D.lgs n.273/2003 ha definito e  disciplinato le “prestazioni occasionali di tipo accessorio”, con lo scopo dichiarato di regolamentare alcune attività lavorative “occasionali”, spesso svolte al di fuori della legalità e non facilmente riconducibili alle tipologie contrattuali tipiche del lavoro s...

Password dimenticata

Registrati