Responsive Ad Area

Digitale

OpenData – Di che cosa si tratta?

Allo stato attuale, le Pubbliche Amministrazioni hanno numerose difficoltà a pubblicare dati aperti (OpenData) e soprattutto ad eseguire gli aggiornamenti relativi. La strategia proposta, per superare gli ostacoli che vengono incontrati, prevede la determinazione di un’agenda nazionale che definisca le tempistiche e gli obiettivi dell’attuazione del processo di rilascio dei dati da parte di tutte le PA. Inoltre, è previsto anche un meccanismo premiale per favorire la pubblicazione dei dati aperti. La strategia proposta impone anche l’adozione di linee guida nazionali, pubblicate dall’AGID. Gli altri compiti sviluppati dall’Agenzia per l’Italia Digitale riguardano la gestione del portale nazionale degli Opendata (dati.gov.it), e la definizione di tutti gli standard e le ontologie in stretta...

Giustizia e Legalità Digitale – Di che cosa si tratta?

Per quanto riguarda la Giustizia Digitale è necessario affermare che il Ministero della Giustizia, al fine di garantire un più alto grado di trasparenza di dati associati alle sentenze e cause per l’avvocatura e per i cittadini, per diminuire sostanzialmente i costi e per permettere una gestione di alto livello dei servizi di cancelleria, ha incentrato innumerevoli sforzi e risorse per l’informatizzazione del processo penale e del processo civile. Tre sono gli obiettivi principali: la digitalizzazione degli atti con conseguente gestione documentale e delle notifiche, il miglioramento del Registro Penale Informatizzato e lo sviluppo del Processo Civile Telematico. Il tutto consente un elevato livello di sicurezza e una drastica riduzione dei costi. Il principale soggetto del progetto Giusti...

Cie 3.0 e gli altri progetti (mai decollati) per la cittadinanza digitale

Cie 3.0, Spid, Anagrafica Unica, sono i nomi dei progetti che negli ultimi anni sono stati messi in campo e giù più volte rivisti per la gestione della cittadinanza digitale. Tre progetti che battono sullo stesso tasto: creare un’identità informatizzata per i cittadini, che sia riconosciuta, univoca e funzionale. Lo stato dell’arte attuale è che tutti i progetti sono avviati, ma nessuno ha avuto il successo annunciato e di fatto non esiste alcuna interoperabilità tra i tre servizi. la Cie 3.0, è la carta d’identità elettronica, era prevista l’attivazione di 6-7 Milioni di cittadini l’anno, in modo da eliminare totalmente i vecchi documenti cartacei nel giro di massimo 9 anni. Ad oggi dei milioni di cittadini che avrebbero dovuto già possedere la Cie, solo 300....

Agricoltura Digitale – Di che cosa si tratta?

L’agricoltura, dal 2010, vive una profonda crisi dovuta al calo costante dei prodotti acquistati. Il “Piano Agricoltura 2.0 – Amministrazione digitale, innovare per semplificare”, presentato dal Ministero delle Politiche Agricole il 18 novembre 2014, ha cercato di eliminare la burocrazia inutile e di ridurre l’uso della carta. Tale piano ha l’obiettivo di eliminare il ricorso a processi non informatizzati e di ridurre il carico burocratico per gli agricoltori, al fine di migliorare la semplificazione amministrativa mediante innovazione tecnologica. Quindi, il Ministero per le Politiche Agricole, in collaborazione con l’AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura) ha previsto una serie di interventi basati sulla digitalizzazione, utili alla semplificazione ed innovazione. Per la progetta...

ETNO: "Italia, semplificate per digitalizzare"

In un’intervista riportata dal Cor.Com, Lise Fuhr, direttrice generale dell’ETNO (l’associazione che rappresenta le Telco in Europa) parla degli ostacoli che frenano l’innovazione nel nostro paese. “Reti e servizi di nuova generazione sono l’occasione di crescita e occupazione di cui il nostro Continente ha bisogno. Per non farcela scappare, dobbiamo rivedere il nostro sistema regolamentare e adattarlo alle sfide di oggi” ha detto. Broadband e digitalizzazione L’Italia ha guadagnato 3 posizioni nella classifica europea per l’infrastruttura delle reti broadband, questo risultato è indice che le Telco presenti sul territorio stanno lavorando bene, investendo correttamente nell’ampliamento della rete. Rimaniamo però fanalino di coda per quanto riguard...

Wi-fi: a che punto è l'Italia?

La Svizzera, la Svezia, Singapore, Israele, i Paesi Bassi, la Finlandia e gli USA sono le nazioni che hanno evidenziato maggiore capacità innovativa, traendone vantaggi enormi sia a livello sociale che economico. La situazione nel Vecchio Continente è molto varia e vede l’Italia al 45° posto della classifica. Se sono presenti adeguate infrastrutture digitali che consentano velocità superiori a 30 Mbps, il potenziale della convergenza tecnologica, del mercato unico e dell’economia digitale può essere sviluppato. La banda larga in Italia esiste in maniera relativa. Normalmente, la velocità di navigazione che si ottiene a casa è più bassa di quella che si riesce a ottenere con il cellulare. Infatti, sono stati fatti in questi ultimi anni molti più investimenti sulle reti cellulari, rispetto a...

Tutte le PA dovrebbero copiare il Patto Digitale di Milano

Prendo spunto da un’interessante articolo del Sole 24 Ore, che descrive il Patto Digitale sottoscritto in questi giorni a Milano, per fare alcune riflessioni. Partiamo dai contenuti: “..attraverso l’accordo, firmatari e aderenti si impegnano a diffondere presso le imprese le piattaforme di servizi digitali, siti dedicati per semplificare la comunicazione e la fruizione di servizi della PA riducendo i tempi di risposta; realizzare eventi informativi e divulgativi finalizzati a uno sviluppo delle competenze digitali; realizzare seminari formativi sui servizi e strumenti digitali offerti dalla Camera di Commercio di Milano tra cui Firma Digitale..” Le parole d’ordine sono Semplificare e Formare, due aspetti fondamentali per riuscire a digitalizzare correttamente il mon...

Sanità Digitale – Di che cosa si tratta?

Già negli ultimi anni, grazie al Ministero della Salute che ha provveduto alla pubblicazione delle linee guida sul Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), la situazione ha lasciato lo stato di immobilizzazione. La Provincia Autonoma di Trento e ben 4 regioni hanno sviluppato il FSE e lo hanno messo a disposizione dei cittadini. Tra queste c’è la Sardegna che si affianca a tre regioni del Settentrione: Emilia-Romagna, Toscana e Lombardia. Purtroppo, meno del 15% della popolazione usa realmente il FSE, poiché non è ancora funzionante. La “ricetta elettronica”, altro baluardo del concetto di digitalizzazione nell’ambito sanitario, stenta a decollare. I dati del 2013 considerano che quasi il 25% delle aziende sanitarie consente di pagare il ticket online, il 50% la prenotazione online di visite...

Portale PA Digitale

Una delle proposte per il piano di digitalizzazione della PA è la creazione di un Portale Unico che racchiuda tutti i servizi digitali delle pubbliche amministrazioni. Per avere attrattiva, l’interfaccia verso il cittadino dev’essere semplice e di facile utilizzo, per questo accentrare tutti i servizi digitali delle varie PA è un passo fondamentale. Il Portale PA Digitale raggiungibile da qualsiasi accesso internet, consente l’accesso da parte del cittadino utilizzando l’Identità Digitale. Riconosciuto l’utente, mostrerà a schermo tutte le applicazioni disponibili per tutte le amministrazioni pubbliche, filtrando automaticamente quelle relative ad esempio al Comune d’appartenenza o la specifica ASL territoriale e tutte le amministrazioni che hanno un impatto diretto su quello specifi...

Anagrafe Nazionale (ANPR) – Di che cosa si tratta?

Oggi la gestione dell’anagrafe nazionale della popolazione è frammentata in più di 8000 banche dati, ognuna a rappresentare i residenti del singolo Comune. Inoltre, le banche dati sono tra di loro diverse e i loro tracciati record sono a volte interoperabili. Il problema principale che è sorto da questa diversità, è un enorme ritardo nell’erogazione di servizi, poiché c’è la necessità di dati demografici corretti e completi. L’ANPR è la soluzione al problema della distribuzione complessa e differente delle banche dati, fornendo una sola banca dati centralizzata, che sostituirà sia l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE), che le Anagrafi Comunali. Il progetto ANPR permetterà l’allineamento delle basi dati locali, consentirà lo scambio di dati tra diversi comuni per la se...

Progetto ABC-DIGITAL – Di che cosa si tratta?

Una delle resistenze più forti che si incontrano nei progetti di digitalizzazione della PA è quella causata dal digital divide generazionale. Esiste, è innegabile, ma molti progetti, spesso sostenuti con partnership private, posso aiutare a superarlo diminuendo sensibilmente la distanza di conoscenze tecnologiche tra una generazione e l’altra. Nel 2015, Stefano Parisi, con Assolombarda ha promosso per la città di Milano il Progetto ABCDigital. Seicento studenti delle scuole superiori si sono trasformati in professori e hanno insegnato l’uso di computer, tablet e smartphone grazie ai corsi per gli over 60. Oggi, saper usare la rete è fondamentale. Il programma ABCDigital provvede a far scoprire internet agli over 60. Il web e le nuove tecnologie sono troppo importanti in una società s...

Scuola Digitale

Numerosi progetti sono nati negli ultimi anni al fine di favorire la scuola “digitalizzata”. Tra tutti, il Governo ha proposto l’uso delle Lavagne Interattive Multimediali (LIM). Inoltre, nel 2012 c’è stato l’avvio del progetto “Piano Nazionale Scuola Digitale” che consente lo sviluppo dei libri scolastici in formato elettronico e permette l’offerta formativa anche in ambiti nazionali svantaggiati. Sempre nel 2012, la legge di stabilità ha proposto, al fine di rendere la comunicazione scuola-famiglia più immediata e costante, numerosi strumenti. Tra tutti si evidenzia lo sviluppo della pagella in formato elettronico (o pagella online), i registri elettronici del docente e di classe e la procedura di iscrizione online per gli studenti. Inoltre, la legge 107 per l’anno scolastico 2015/2016 h...

Password dimenticata

Registrati