Responsive Ad Area

debito

Come tagliare la spesa pubblica, Stefano Parisi ne parla a Radio 24

L’intervento di Stefano Parisi a Mattino 24, su Radio 24. Con Luca Telese e Oscar Giannino.

Banca d'Italia, Visco: aumento debito pubblico e uscita dall'euro fattori di rischio per il Paese

Due passaggi importanti contenuti nelle Considerazioni finali prounciate dal Governatore di Banca d’Italia Ignazio Visco, in occasione della presentazione della consueta relazione annuale, costituiscono le fondamenta della piattaforma programmatica di Energie PER l’Italia: la riduzione del debito pubblico e l’importanza per l’Italia di rimanere ancorata all’euro. Sul primo punto il Governatore ha dichiarato che “l’alto livello del debito costituisce un elemento di vulnerabilità e di freno per l’economia” poiché “accresce i costi di finanziamento degli investimenti produttivi del settore privato, induce un più ampio ricorso a forme di tassazione distorsiva […],  alimenta l’incertezza e […] riduce i margini disponibili per politiche...

Siamo l'Italia o un Paese del terzo mondo?

Un recente articolo della BBC pone, già dal titolo, una domanda che a mia volta pongo a me stesso, ma che vorrei rivolgere al Sindaco di Roma: perché il Comune di Roma invia treni pieni zeppi di spazzatura in Austria? L’articolo inizia così: “Roma sta combattendo a fatica con la gestione di una crisi dei rifiuti mentre l’Austria vanta ampia capacità in un impianto di termovalorizzazione vicino Vienna. Un accordo è stato quindi siglato. Gli italiani pagheranno la società austriaca EVN per lo smaltimento di 70.000 tonnellate di rifiuti prodotti quest’anno dalle famiglie romane”. Non mi interessano le spiegazioni di circostanza di un problema che è di natura strutturale, coinvolge senz’altro più amministrazioni cittadine, e racconta una storia di fallimento dello Stato...

Se siete sovranisti, combattete il debito

Tu chiamalo, se vuoi, sovranismo. È il trend politico del momento e accomuna leader e movimenti politici in tutto l’Occidente, da Nigel Farage a Donald Trump, da Matteo Salvini a Geert Wilders, da Norbert Hofer a Marine Le Pen. E non è certo un caso se il sovranismo viene spesso accostato al populismo, nei programmi dei movimenti politici che rappresentano queste istanze così come nella percezione dell’opinione pubblica. La domanda politica populista chiede di rimettere nelle mani della scelta collettiva (cioè della democrazia) ciò che rule of law, capitalismo, e globalizzazione hanno rimesso alla scelta individuale, ribaltando l’accezione negativa della dittatura della maggioranza e trasformandola in virtù, se non addirittura in un diritto da restituire ai cittadini. In campo economico, i...

Password dimenticata

Registrati