Responsive Ad Area

Alitalia

Alitalia: no al prestito ponte

Il testo dell’intervista rilasciata a Luca Mazza di Avvenire «No pure al prestito ponte. Non esca un solo euro da tasche dei contribuenti» Un prestito-ponte? Ci vuole coraggio a chiamare così un finanziamento di ben 400 milioni di euro. Poi è proprio l’espressione linguistica a essere sbagliata, perché un prestito è una somma da restituire, mentre qui i contribuenti non riavranno nulla». Stefano Parisi, leader di Energie per l’Italia, dice un «no» forte e chiaro al versamento «anche di un solo euro» dello Stato nella ex compagnia di bandiera. Parisi, con la sua soluzione a breve ci sarebbero aerei a terra, migliaia di disoccupati e il crac di Alitalia… “Non ci dovrebbe essere alternativa dopo che la maggioranza dei lavoratori, in pratica, ha detto no a un inve...

Perché le banche sì e Alitalia no

Figli e figliastri alla luce della vicenda Alitalia? Neanche per sogno. Ci sono solide ragioni per le quali è necessario, prima ancora che opportuno, salvare una banca e non una compagnia aerea. Non basta pensare di essere strategici per il Paese. Per essere salvati dal fallimento serve prima di tutto essere “sistemici”. È un punto cruciale questo che spiega le ragioni di fondo di una scelta, quella di chiudere i rubinetti di Stato per Alitalia, certamente impopolare ma necessaria. È vero, per un Paese che dovrebbe fare del turismo una delle proprie vocazioni, non avere una compagnia di bandiera non è certo cosa buona e giusta ma averla sgangherata, dopo anni di saccheggi e inefficienze gestionali, non è altrettanto pratica opportuna. Da più parti si agita il vessillo dell’aiuto di Stato, ...

Basta soldi pubblici ad Alitalia

Tutti sanno che il salvataggio di Alitalia rappresenterebbe l’ennesimo inutile prelievo dalle tasche degli Italiani. Un prelievo per un’azienda che perde soldi da anni ed è ad un punto di non ritorno. Sono stati già spesi 7,4 miliardi di Euro! E’ una situazione disperata. Eppure per motivi di consenso elettorale la si vorrebbe salvare. E’ incredibile, bisogna fare qualcosa. Energie PER l’Italia lancia la campagna on line di raccolta firme “Basta soldi pubblici ad Alitalia“. Vogliamo dare alle persone la possibilità di esprimersi. Fermiamo questo esborso, diciamo no alla stangata di stato per Alitalia. Firma subito la petizione QUI Gli Italiani hanno il diritto di essere ascoltati. I contribuenti sono stati spremuti abbastanza. Stefano

Password dimenticata

Registrati