Responsive Ad Area

Condividi

In primo piano

Per un nuovo assetto del sistema democratico

Con la nuova legge elettorale si sta ridefinendo l'assetto del nostro sistema democratico.

La seconda repubblica nata da tangentopoli ha prodotto stagnazione economica, fratture sociali, debolezza dell'Italia in Europa. Ha portato il Debito pubblico a 133% del PIL e la frantumazione del sistema bancario. Ha eroso il valore del nostro patrimonio privato e pubblico e del nostro risparmio. Lo Stato non è più in grado di garantire giustizia e certezza del diritto.  E soprattutto il sistema dei partiti è entrato in una crisi di reputazione drammatica che ha prodotto l'affermazione del voto indignato e senza speranza ai 5 Stelle.

Dobbiamo ricostruire lo Stato, le istituzioni e la politica.  Questo passaggio di legislatura accompagnato dalla riforma della legge elettorale non può ridursi ad un espediente tattico per riportare Renzi a Palazzo Chigi.

È necessario e urgente che la terza repubblica nasca su basi nuove e sicure. L'Italia ha bisogno di un parlamento in grado di dare rappresentanza piena agli italiani e di un Governo stabile, democraticamente eletto, composto da persone capaci serie e integre.

Il nuovo sistema democratico italiano si deve basare su una rappresentanza proporzionale.  Gli italiani devono votare per il partito nel quale si riconoscono, non per la coalizione meno peggio. La politica deve offrire soluzioni serie e chiare gestite da persone esperte e oneste.

Il sistema elettorale tedesco va bene, ma per essere stabile deve essere introdotta anche nel nostro ordinamento la sfiducia costruttiva. Se il parlamento vota la sfiducia al Governo deve avere un'alternativa altrimenti si sciolgono le Camere e si va al voto. È un sistema che dà da 70 stabilità e sviluppo alla Germania. Senza questa modifica costituzionale il sitema proporzionale genera la stessa instabilità che abbiamo conosciuto in questi anni di maggioritario: più di 300 parlamentari hanno cambiato casacca solo nell'ultima legislatura.

Ma la nuova legge elettorale impone anche una rigenerazione del sistema dei partiti. E quello che sta facendo in questi mesi straordinari ed emozionanti Energie PER l'Italia. Invito tutti i  movimenti politici, le liste civiche, le associazioni, i corpi intermedi a dare vita con noi al primo movimento politico della nuova fase repubblicana. Non attardatevi a sottostare al ricatto dei vecchi partiti sulla soglia di sbarramento, costruiamo il futuro della politica qui, adesso, con l'ambizione di tornare a rappresentare il nostro popolo liberale e popolare. Se nasce un soggetto nuovo, forte delle idee e della spinta di tante persone che credono nel futuro del Paese, possiamo ambire ad essere una grande forza politica, che sarà il motore della riscotruzione del paese.

Ma prima del voto mettiamo in sicurezza il Paese. Lasciamo che il Governo Gentiloni affronti rapidamente una seria manovra di finanza pubblica che corregga gli errori gravi commessi dal suo predecessore, eviti l'aumento di due punti dell'IVA, metta in sicurezza il sistema bancario, escluda il rischio di altre crisi e di ulteriori penalizzazioni per i risparmiatori. In questi mesi il Palamento può introdurre nella nostra costiuzione la sfuducia costruttiva.

In cinque mesi lo si puo fare. Nello stesso tempo si puo approvare l'istituzione dell'Assembla Costituente. Composta da 75 membri, eletti con il sistema proporzionale, che in due anni daranno al Paese un nuovo assetto moderno, con un processo ordinato, non divisivo.  L'Assemblea potrà lavorare a Villa Lubin, sede del CNEL, che può essere soppresso da subito.

I prossimi mesi prima delle elezioni possiamo creare le premesse per far uscire l'Italia da questi anni bui e farla tormare ad essere un grande paese di cui essere orgogliosi.

L'ossessione di Renzi di voler tornare a Palazzo Chigi rischia invece di portare il Paese al suo commissariamento. Instabilità istituizionale, crisi del sistema bancario, crisi del debito pubblico.  Dopo le elezioni si rischia la troika, altro che grande coalizione.

Condividi

Scrivi un commento

Diventa il primo a commentare!!

wpDiscuz

Password dimenticata

Registrati