Responsive Ad Area

Condividi

In primo piano

Con Parisi al Megawatt, siamo l’Italia che non si rassegna

Abbiamo iniziato il nostro cammino 16 mesi fa al fianco di uomo straordinario quale Stefano Parisi, con l’ambizione di ascoltare il Paese e trovare soluzioni per scalare la montagna di tutto ciò che lo blocca.

Di fronte al male del Paese che esige cure drastiche sul piano dell'economia (mettendo alla testa di tutto il lavoro, la ricerca, l'industria e la domanda interna, lo sviluppo ) e delle istituzioni ( riforma della giustizia in primis), non si può restare inerti o voltarsi dall'altra parte. Non si cambia il sentiment di un Paese con il rimbalzo di qualche decimale in più sul fondo del pozzo, e basta entrare in un bar, fare un giro in metropolitana o al supermercato, per rendersi conto di qual è l'effettivo stato d'animo degli italiani.

Di fronte al male dell'Italia si ha il dovere di dire la verità e l'obbligo di gridare che non è giusto che questo Paese, con tutte le sue contraddizioni e i suoi errori, sia costretto a morire.
Abbiamo conosciuto, in questi mesi di viaggi su e giù per l’Italia, il cuore profondo del nostro Paese fatto di centinaia di imprese e di lavoratori, professionisti, giovani.....quello che contro tutti e a dispetto di tutto non smette di battere, il cuore profondo di un'Italia che non si rassegna al galleggiamento e, di conseguenza, al declino.

Abbiamo maturato la consapevolezza che proprio adesso è più forte il bisogno di una politica forte e credibile, fatta da persone appassionate ed integre, che abbia come obiettivo principale quello di rimuovere gli ostacoli allo sviluppo: tasse troppo alte e burocrazia arrogante e soffocante.
Noi donne e uomini di Energie PER l’Italia, abbiamo la speranza di un sogno: un percorso certo per reperire risorse dal taglio di spesa pubblica, nazionale e territoriale, e liberare il motore produttivo del Paese alleggerendo il peso dei fardelli fiscali-contributivi-burocratici e offrendo una prospettiva, una leva agli italiani per tornare grandi.

Crediamo che oggi il centrodestra debba concentrarsi su questo, per questo chiediamo un percorso condiviso, lineare, misurabile, per ridare futuro al Paese e trasferire fiducia contagiosa agli italiani per tornare a credere in una politica fatta di valori, passione, visione e risultati.
Per cambiare il Paese non solo per vincere le elezioni.

Siamo consapevoli di essere una piccola forza politica, ma composta da molte persone che credono nel bene comune, nel valore della buona politica, nella forza territoriale, e come diceva Madre Teresa di Calcutta: “Quello che facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma l'oceano senza quella goccia avrebbe una goccia in meno”.

Condividi

Scrivi un commento

Diventa il primo a commentare!!

wpDiscuz

Password dimenticata

Registrati