Responsive Ad Area

Semplificazione e Digitalizzazione

Commissione di inchiesta sull'Italia Digitale: i risultati

Torniamo a parlare dei risultati d’indagine della commissione parlamentare d’inchiesta sulla digitalizzazione della PA. L’ultima volta (potete rileggere l’articolo a questo link) avevo descritto sinteticamente le soluzioni che la commissione aveva trovato per risolvere il problema: “più competenze, più investimenti”. Rispetto alle competenze mi trovo completamente d’accordo, anche se ciò significa chiedersi che risultati ha avuto l’estenuante ricerca di personale specializzato condotta negli utlimi anni, ma la situazione in realtà è nettamente peggio di così e ce lo dicono i numeri: 32.000 dipendenti pubblici più altri 10.000 delle controllate lavorano nel settore ICT, significa che potenzialmente la PA ha già a disposizione 42.000 figure ass...

Trasformazione Digitale PA: perchè non si riesce ad andare avanti?

“Maggiore disponibilità economica e nuove assunzioni con competenze di altissimo livello.” Questa è la ricetta scaturita dalla Commissione Parlamentare d’inchiesta sulla PA Digitale presieduta da Paolo Coppola. Ma i problemi della mancata digitalizzazione della PA sono davvero legati a questo? E’ innegabile che per guidare una trasformazione digitale di questa portata servono competenze e esperienze mirate che se non presenti all’interno della pubblica amministrazione vanno cercate all’esterno con un serio lavoro di recruiting. Recruiting per la verità già in atto da 2 anni. Infatti, sin dall’arrivo di Piacentini, l’Agid ha iniziato a costruire un team di esperti digitali per guidare la trasformazione: sviluppatori, analisti, project manager....

Referendum autonomia: il voto elettronico è stato un fallimento?

“Il voto elettronico è stato un flop” “ll sistema che ci doveva portare nel futuro ci porta invece ad un passato lontano” Queste sono solo alcune delle dichiarazione che ho letto in questi due giorni dopo il primo test nazionale di voto elettronico al Referendum per l’autonomia della Regione Lombardia. Critiche arrivate principalmente da quello schieramento politico (PD) che ha remato intensamente contro il referendum, invitando all’astensione e evidenziando (ingigatendo) ogni criticità incontrata. Ci sono stati problemi tecnici con il voto elettronico? Sì, è indubbio, però parlando con chi di informatica e nuove tecnologie si occupa ogni giorno si arriva alla conclusione che quanto successo non è per nulla da considerarsi un fallimento. Riporto quanto d...

Telemedicina salva-cuore

Uno smartphone, una bilancia, un misuratore di pressione e un saturimetro. Questa è la squadra di apparecchi digitali messa in campo per il progetto di telemedicina “Salva Cuore” dedicato a chi soffre di scompensi cardiaci. Il video pubblicato da La Stampa (nel link a fondo pagina) spiega chiaramente l’intero progetto e le grandissime potenzialità. Il tutto è stato realizzato dal Politecnico di Torino in collaborazione con l’ATS e l’Ospedale Mauriziano. 20 pazienti hanno accettato di seguire il progetto, effettuando alcune misurazioni ogni mattina con gli apparecchi forniti. I dati venivano veicolati in rete al medico di medicina generale che aveva la possibilità di verificare e monitorare le condizioni di salute. Un progetto all’avanguardia, con potenzi...

La grande occasione del maxi-concorsone

La notizia è che, nei prossimi quattro anni, quasi 500mila dipendenti pubblici andranno in pensione. “Un’occasione straordinaria”, ha commentato il sottosegretario al ministero della pubblica amministrazione. Per snellire finalmente il nostro mastodontico apparato pubblico? Per redistribuire risorse umane e funzioni in modo più efficiente? Per investire nella formazione del personale? Nella digitalizzazione della pubblica amministrazione? Nulla di tutto ciò. L’occasione, secondo il governo, è ghiotta per effettuare una massiccia sostituzione di personale. Fuori 500mila pensionandi, dentro – tramite maxi-concorsone d’ordinanza – truppe di giovani selezionati secondo un grande “piano dei fabbisogni” effettuato su tutte le pubbliche amministrazioni del Paese. Un’analisi dei fabbis...

Italia Digitale: non è fantascienza

Quante volte dopo aver sbrigato una pratica burocratica, rinnovato un documento, terminato la dichiarazione dei redditi o incontrato il commercialista, ci siamo fermati a pensare: “Con tutta la tecnologia oggi a disposizione è possibile che non si riesca a rendere le cose più semplici?” La risposta a questa domanda la troviamo non lontano da noi, in Europa, in una Nazione piccola geograficamente ma con un grande primato mondiale: l’Estonia, il Paese definito “il leader della rivoluzione digitale a livello globale”, ma scopriamo insieme come ha guadagnato questo titolo. Nel paese baltico si lavora sull’ E-government da 15 anni, ed oggi, grazie alle politiche e alle innovazioni apportate alla macchina Statale e alla vita dei cittadini, si è raggiunto un ri...

L'efficienza della pubblica amministrazione e gli standard europei

Le differenze negli standard di sicurezza sociale, di salario minimo, di previdenza, etc. sono e saranno ancora per lungo tempo legati alle amministrazioni nazionali, alla loro efficacia ed efficienza ed ovviamente al livello di ricchezza disponibile in un paese. Com’è successo nei primi 60 anni dell’Europa Unita, questi standard convergeranno quando le economie dei vari paesi raggiungeranno gradi di sviluppo omogeno, cosa resa possibile certamente da un mercato davvero unico ed integrato. Per ora abbiamo infatti già la possibilità di andare a cercare miglior salario in un altro Stato della UE, che tanti giovani e meno giovani sfruttano. Credo sia prematuro imporre degli standard centralmente. Quello che si deve fare invece è sicuramente mettere pressione sulle pubbliche ammini...

Settore pubblico e formazione: due proposte

di Stefano Mei Al giorno d’oggi assistiamo ancora ad assenteismi nei pubblici uffici ed altre nefandezze (cartellini timbrati in mutande, conduttori di metropolitane che pranzano durante il servizio a bordo del metro stesso oltre ai ripetuti episodi di corruzione etc;). Mi chiedo come sia possibile non avere nel settore pubblico una coscienza morale che spinga a far riflettere sul fatto che che il dipendente pubblico (dall’operatore ecologico al manager) è un rappresentante dello Stato e viene pagato con i soldi delle tasse dei cittadini, lavora (o almeno dovrebbe) per la nazione. Tutto ciò ha una base, un punto di partenza: a volte l’impiego statale viene individuato come un ammortizzatore sociale, grazie a cui, tramite favoritismi, vengono assunte persone, ma senza la consapevolezz...

Roma e l'Italia: analogia di un decadimento

È impressionante la similarità tra i problemi di Roma e quelli dell’Italia. Roma infatti è affetta da un debito enorme. Gli ultimi dati parlano di circa 9,5 mld di saldo passivo: la gestione commissariale iniziata 2008 costa al comune di Roma e dunque ai cittadini, l’addizionale Irpef più alta d’Italia pari allo 0,9%. In accordo con il Mef (Ministero Economico Finanza) il comune compartecipa ai 500 mln di oneri annui di debito ,intervenendo per circa 200 MLN l’anno con un addizionale Irpef aumentata dello 0,4%. Le proprie partecipate, in particolare ATAC e AMA, sono l’emblema dell’inefficienza e dell’inefficacia di una gestione senza alcuna strategia di medio lungo periodo, in cui massimizzare il rapporto qualità servizio adeguato/costo a carico dell’utenza dovrebbe esser...

Riformare AGEA. Un dovere verso gli agricoltori e i cittadini.

L’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura è un ente istituito nel 1999 per sostituire l’AIMA (Agenzia per gli Interventi nel Mercato Agricolo), esistente fin dal 1966. L’Agenzia si occupa della distribuzione dei fondi provenienti dalla Politica Agricola Comune dell’Unione Europea fra i produttori agricoli italiani. AGEA deve passare, dall’attuale unica funzione di organismo pagatore e di coordinamento, anche ad una più pregnante funzione di fonte aperta di dati per il territorio a cui devono poter attingere informazioni ISTAT, Agenzia delle Entrate, Comuni, Ordini Professionali. AGEA infatti detiene un patrimonio pubblico di dati di portata enorme. Tali dati sono utilizzati solo per l’erogazione dei pagamenti PAC e PSR, mentre molto altro potrebbe essere fatt...

  • 1
  • 2
  • 4

Password dimenticata

Registrati