Responsive Ad Area

Disegni di legge

Vogliamo tornare a una politica partecipativa, una politica fatta da persone competenti!
In questa sezione del sito troverai i disegni di legge o gli atti amministrativi che saranno presentati in Parlamento e per i quali vogliamo lasciare uno spazio di verifica popolare.
Qui troverete cioè i disegni di legge PRIMA che vengano presentati, per raccogliere suggerimenti, commenti, critiche (speriamo non troppe), idee e soprattutto migliorie.
Potrete aggiungere il vostro commento sotto il testo indicando le parti da modificare e perché.
Torniamo a dare voce alle persone, anche nella fase legislativa che è così importante, e che troppo spesso è invece relegata nei “corridoi della politica”.
Energie PER l’Italia è aria nuova anche per questo!


Antiterrorismo: Energie PER l'Italia in prima linea con i gruppi di lavoro.

Il 19 luglio 2017 viene approvato dalla Camera dei Deputati un disegno di legge contenente le nuove e più restrittive misure di prevenzione e contrasto ai fenomeni terroristici e di radicalizzazione. Un sostanziale passo in avanti nella lotta al fondamentalismo islamico? Purtroppo no. Benché la legge sia opportuna, basata sul buon senso e la ferma intenzione di prevenire sul suolo italiano il verificarsi di episodi tragici già accaduti in molte parti d’Europa, con tutta probabilità il testo di legge non vedrà mai la luce prima della fine della legislatura. Il Senato, molto probabilmente, non farà in tempo ad approvare in tempo utile il testo del disegno di legge. Quindi? Probabilmente ci troveremo davanti all’ennesima “buona intenzione” del Parlamento di voler porre...

Riqualificazione Ambientale: c'è tanto da fare, c'è solo da muoversi!

Durante la recente riunione del gruppo di lavoro Energia & Ambiente sui Finanziamenti delle Opere di Riqualificazione Ambientale (ovvero dell’Ambiente Costruito e Non) sono state intercettate le tipologie di opere, dove gli edifici a grande concentrazione abitativa e di frequenza prendono primaria importanza; e per essi sono sorte delle interessanti proposte da parte dei partecipanti che ne hanno captato alcuni meccanismi di autofinanziamento.  Nel primo stage della riunione sono state captate le tipologie più importanti di opere di riqualificazione dell’ambiente, facendo distinzione tra ambiente costruito comprendente beni immobili, ed il verde urbano (la tematica della riqualificazione dei beni ambientali paesaggistici e naturalistici si terrà invece prossimamente). Di primaria...

La riforma della giustizia tributaria come svolta necessaria per un Paese civile

Sono 468.839 le cause pendenti al 31 dicembre 2016 dinanzi agli organi della giustizia tributaria di primo e secondo grado, per un valore di circa 65 miliardi di euro (circa 100 miliardi se si sommano le pendenze in Cassazione). Il contenzioso tributario rappresenta il 47% di tutte le cause pendenti in Cassazione. Si tratta di una percentuale in continua crescita. Secondo una proiezione simulata degli odierni dati al 2020 e al 2025, si potrebbe arrivare, rispettivamente, al 56% e il 64% della complessiva pendenza della Suprema Corte (così scrive il CSM nella delibera del 15 marzo 2017). Le modifiche apportate dal D.Lgs. n. 156/2015 all’ordinamento degli organi speciali di giurisdizione tributaria (non penale) sono state poche e di modesta entità. Alcune proposte di riforma della giustizia ...

Bene il sistema tedesco, ma manca ancora qualcosa

di Giovanni Savoia Pare che l’accordo su una legge elettorale “alla tedesca” tra le maggiori forze politiche in Parlamento sia stato trovato, e sia solido. È certo un bene, dopo mesi e mesi trascorsi nella palude originata dalla sonora bocciatura della riforma costituzionale nel referendum del 4 dicembre scorso. In attesa di leggere il testo definitivo del disegno di legge che verrà portato all’approvazione delle Camere – perché, in questa materia, i dettagli contano, eccome – si possono formulare alcune considerazioni sul sistema elettorale tedesco e sulla sua applicabilità al contesto italiano. In primo luogo, si tratta certamente di un sistema che favorisce la rappresentanza delle opinioni politiche presenti nel Paese, e ciò in virtù della sua base sostanzialmente proporzionale. I seggi...

PEM5S: UNA PROPOSTA DI PIANO ENERGETICO TRA L'ESISTENTE E L'INATTUABILE

Il Piano Energetico (PEM5S) presentato alla Camera dal Movimento 5 Stelle il giorno 3 Aprile è stato analizzato dal gruppo di lavoro “Energia&Ambiente”, che ne ha intercettato parti descriventi pratiche già in vigore, su cui si vuole strumentalizzare a scopi propagandistici ed elettorali, periodi contraddittori, e parti invece dalla dubbia fattibilità tecnico/tecnologica e scientifica, a causa di una superficiale analisi dell’intrinsecità degli aspetti gestionali ed attuativi del settore energetico. Il gruppo di lavoro “Energia&Ambiente” ha analizzato il Piano Energetico presentato alla Camera dal Movimento 5 Stelle il 3 Aprile dall’On. Roberto Fico, che ha aperto una viva argomentazione dei vari punti. Il piano è suddiviso in obbiettivi generali...

La questione romana, una soluzione belga

di Francesco Spera ([email protected])   Roma è insieme troppo grande e troppo piccola: è troppo grande per il governo di prossimità dei servizi ai cittadini e della vita di quartiere, ed è troppo piccola per il governo dei processi demografici, economici, infrastrutturali, ambientali e urbanistici ormai dilaganti su scala regionale. L’attuazione dell’art. 114, terzo comma, della Costituzione, è stata un’iperbole complicata e disastrosa, partita dalla legge-delega sul federalismo fiscale (42/2009), dai tre decreti attuativi (156/2010, 61/2012, 51/2013), per finire con la legge “Delrio” (56/2014). Cosa si auspicava? L’obiettivi della legge sul “federalismo fiscale”, articolo 24, era quello di creare una nuova Città metropolitana di Roma Capitale ed una sola fonte del diritto d...

Password dimenticata

Registrati