Responsive Ad Area

Condividi

Economia e Fisco / Idee / In primo piano

Banca d’Italia, Visco: aumento debito pubblico e uscita dall’euro fattori di rischio per il Paese

Due passaggi importanti contenuti nelle Considerazioni finali prounciate dal Governatore di Banca d'Italia Ignazio Visco, in occasione della presentazione della consueta relazione annuale, costituiscono le fondamenta della piattaforma programmatica di Energie PER l'Italia: la riduzione del debito pubblico e l'importanza per l'Italia di rimanere ancorata all'euro.

Sul primo punto il Governatore ha dichiarato che "l’alto livello del debito costituisce un elemento di vulnerabilità e di freno per l’economia" poiché "accresce i costi di finanziamento degli investimenti produttivi del settore privato, induce un più ampio ricorso a forme di tassazione distorsiva [...],  alimenta l’incertezza e [...] riduce i margini disponibili per politiche di stabilizzazione macroeconomica" ed "espone il Paese alla sfiducia dei mercati e a fenomeni di contagio".

Sul secondo tema, Visco è stato altrettanto chiaro:" È un’illusione pensare che la soluzione dei problemi economici nazionali possa essere più facile fuori dall’Unione economica e monetaria. L’uscita dall’euro, di cui spesso si parla senza cognizione di causa, non servirebbe a curare i mali strutturali della nostra economia; di certo non potrebbe contenere la spesa per interessi, meno che mai abbattere magicamente il debito accumulato. Al contrario, essa determinerebbe rischi gravi di instabilità".

Sapere che il nostro programma e le nostre idee convergono con i pensieri di una delle figure più autorevoli del nostro Paese ci da ulteriore motivazione per continuare la nostra avventura politica e ridare un futuro all'Italia.

Condividi

Proudly Italian. PhD in Geopolitics, business development manager, board member of https://t.co/qOk69Ih971 and the Asian Century Institute.

Scrivi un commento

Diventa il primo a commentare!!

wpDiscuz

Password dimenticata

Registrati