Responsive Ad Area

Condividi

Economia e Fisco / Programma

Flat Tax al 25%, com'è andato il nostro convegno a Milano

Flat Tax al 25%, com'è andato il nostro convegno a Milano
In una società che sa recuperare il senso della comunità, ricchezza e benessere vanno promossi non tartassati: è il messaggio che arriva dal convegno sulla Flat Tax organizzato da Energie per l’Italia a Milano. Nel corso della giornata di studi si è discusso della proposta avanzata dall’Istituto Bruno Leoni di una “flat tax”, una tassa con aliquota fissa al 25 per cento per tutte le grandi imposte del fisco italiano. “L’Italia ha bisogno di meno progressività nelle tasse e di un sistema fiscale nuovo, che promuova in generale la ricchezza,” ha detto il leader di Epi, Stefano Parisi, “un fisco che promuova il benessere. L’esatto opposto di quello che ha fatto la sinistra, che tassa qualsiasi capacità di ricchezza nel Paese, per finanziarie una amministrazione pubblica inefficiente e spesso molto arrogante nei confronti di coloro che pagano le tasse”. Sono gli investimenti privati liberi da una pressione fiscale ormai insostenibile a fare lo sviluppo di un Paese, non la spesa pubblica incontrollata, o le regalie renziane come gli 80 euro o il bonus giovani, provvedimenti che hanno avuto come unico merito quello di far aumentare il debito. Lo Stato siamo noi, e lo Stato deve rispettarci e valorizzare il nostro lavoro, non essere percepito come qualcosa di autoritario e aggressivo. Parisi è anche intervenuto sulle questioni legate al dibattito politico: “Se parte dalla leadership, il centrodestra si fa del male. Il problema non è la leadership. Agli italiani non interessa la leadership, ma una politica che si occupi dei problemi, della sicurezza, dell’occupazione, dell’amministrazione pubblica”.

Condividi

1 commento

  1. Da Roberto Pisani
    Segretario Nuovo PSI Area Metropolitana Genova Liguria
    Ho partecipato all’importantissimo Convegno sulla Flat Tax.
    Condivisione totale su quanto discusso.
    Debito pubblico: è necessario a mio giudizio un piano di rientro ventennale
    con componente “creativa”, per poter far ritornare gli investimenti finanziari
    ed economici mondiali nel nostro paese.
    Roberto Pisani

I commenti sono chiusi per questo articolo.

Password dimenticata

Registrati