Responsive Ad Area

Condividi

Semplificazione e Digitalizzazione

Digital Day 2017: il futuro digitale

Ieri, 23/03, si è tenuto a Roma il Digital Day 2017, momento di confronto tra i paesi europei rispetto ai temi digitali e a come le nuove tecnologie possono rilanciare l’economia, garantire maggiore sicurezza e abbattere le barriere create dalla burocrazia. “Tutte le pubbliche amministrazioni stanno affrontando un percorso di digitalizzazione, ma non avremo servizi digitali efficienti senza una vera interoperabilità attraverso i confini nazionali. Se il processo andasse avanti in ogni stato in modo indipendente, avremmo un nuovo modello della vecchia burocrazia. E’ importante connettere in modo che cittadini e imprese possano avere servizi online davvero efficienti, seguendo un unico principio fondamentale: una volta che il cittadino ha fornito le informazioni che lo riguardano, queste dovranno poter essere disponibili ogni volta che ce ne è bisogno, in modo assolutamente trasparente ed efficace, per consentire a tutti un importante risparmio di tempo ed energia” sono le parole di Gertrud Ingestad direttore generale del dipartimento per l’informatica della Commissione UE, dalle quali traspare chiaramente il progetto a cui l’Europa ambisce. Ci si sta muovendo nell’ottica di rendere interoperabili non solo i servizi digitali delle PA a livello nazionale, ma più in grande a livello UE. L’Italia, sulla carta, ha già intrapreso il percorso di digitalizzazione nazionale e ad occhi esterni siamo pronti ad affrontare questa prossima sfida. In realtà i progetti più grossi di digitalizzazione della PA sono bloccati a causa di resistenze culturali, resistenze dettate da interessi o più semplicemente per l’umana paura del cambiamento. I tempi stringono, il treno della digitalizzazione vuole collegarci sempre più, la sfida è gigantesca ma è il primo passo per cambiare e migliorare l’Unione Europea, rendendoci sempre più partecipi nella sua costruzione. Proseguendo con le attuali modalità, i tempi per la nostra vera trasformazione digitale saranno lunghissimi, causando un aumento del gap già largamente presente tra noi e il resto degli stati membri. Serve una vera riforma digitale, servono idee reali e una forte consapevolezza che solo cambiando si può migliorare. Dobbiamo essere consapevoli che la buona riuscita di questo cambiamento epocale, dipende solo da Noi.
Per approfondimenti: Reportage di Corcom sul #DigitalDay17

Condividi

Password dimenticata

Registrati